Nei giorni scorsi è stato approvato il Piano triennale della Cultura 2017- 2019. Il Programma individua le linee di indirizzo che impegnano la Giunta nella redazione dei piani annuali e le Province per gli ambiti di competenza. Tra gli indirizzi strategici rientrano il Piano per lo sviluppo del turismo, il Piano territoriale della Franciacorta, che sviluppa il tema delle valorizzazioni agroalimentari e quello dei Navigli lombardi e delle vie d’acqua di origine storica, il piano d’azione per le persone con disabilità per l’accessibilità ai luoghi culturali, il recupero del patrimonio architettonico rurale e, in collaborazione con la Direzione generale Università, ricerca, e open innovation, garantire sostegno agli investimenti culturali delle imprese nel campo della ricerca e dell’innovazione.

Le risorse del Piano triennale della Cultura

Le risorse autonome complessive ammontano circa 38 milioni di euro: per il 2017 circa 17 milioni, per il 2018 14 milioni euro, per il 2019 8 milioni di euro. Vanno anche considerate le risorse utilizzate per interventi e progetti in ambito culturale sui fondi strutturali europei: Fondo Europeo di Sviluppo Regionale per il 2017 a 4.000.000 di euro e 4.930.000 euro per il triennio 2018-2020 e Fondo Sociale Europeo di 4.735.000 euro per le risorse previste per i progetti europei a regia diretta.
A nostro parere il Programma poteva essere più ambizioso. Infatti inserisce elementi di innovazione, procede sulla scia della legge di riordino della cultura, ma non spinge molto sulle risorse. Auspichiamo che in assestamento di bilancio siano incrementate le risorse.

All’interno del programma triennale, proprio nei giorni scorsi sono stati pubblicati sul BURL i Bandi per l’Avviso Unico Cultura 2017.

Ecco il testo completo.