La condizione femminile in carcere: confronto a più voci

283

La condizione femminile all’interno delle carceri italiane è durissima, in particolare quella delle detenute. Da qui nasce l’esigenza di un focus particolare su un argomento di cui si parla troppo poco e di cui si è reso necessario un approfondimento. La questione investe il tema della genitorialità, dei legami familiari, del reinserimento sociale, per evitare che anche nello scontare la pena le donne sia doppiamente emarginate.

Ecco il senso dell’incontro “Un confronto a più voci sulla condizione della donna nell’esecuzione penale”.

Al tavolo si sono confrontati esperti e operatori del settore.

Sono intervenuti, moderati dalla giornalista Anna Della Moretta, Lucia Castellano, Direttore Generale dell’esecuzione penale esterna del Ministero della Giustizia, Luisa Ravagnani, Garante per i detenuti del Comune di Brescia, Francesca Paola Lucrezi, direttrice del carcere di Verziano.
Vi sono poi state le testimonianze di operatori e volontari del carcere. Tra di essi Roberta Possi, volontaria; Anna Garda, educatrice, Marco Dotti, agente di rete.