Oggi in aula abbiamo approvato il progetto di legge, di cui sono anch’io firmatario “Modifiche alla l.r. 10/2004 – Interventi di sostegno alle vittime del dovere“.

La legge intende riconoscere misure di sostegno a favore delle vittime del dovere e dei loro familiari, residenti o prestanti servizio in Lombardia.

Infatti, Regione Lombardia, che con l’art. 21 della L.R. 17/2015 e la L.R. 24/2017 ha riconosciuto misure di assistenza e aiuto a favore, rispettivamente, delle vittime dei reati della criminalità e delle vittime del terrorismo, intende, nel rispetto dei principi costituzionali e delle competenze stabilite dall’articolo 117 della Costituzione, estendere tali misure anche alle vittime del dovere e ai loro familiari, aiutandoli ad affrontare le conseguenze del grave atto subito.

Ai sensi dell’articolo 1, commi 563 e 564, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006), si intendono come vittime del dovere coloro i quali siano deceduti o abbiano subìto un’invalidità permanente in attività di servizio o nell’espletamento delle funzioni di istituto per effetto diretto di lesioni riportate in conseguenza di eventi verificatisi:
a) nel contrasto ad ogni tipo di criminalità;
b) nello svolgimento di servizi di ordine pubblico;
c) nella vigilanza ad infrastrutture civili e militari;
d) in operazioni di soccorso;
e) in attività di tutela della pubblica incolumità;
f) a causa di azioni recate nei loro confronti in contesti di impiego internazionale non aventi, necessariamente, caratteristiche di ostilità.