La “Duomo Gpa”, società di riscossione crediti scelta dal presidente Maroni per sostituire Equitalia in Regione Lombardia, è sull’orlo del fallimento.

Il 12 settembre 2016 il governatore Maroni twittava trionfante: «Oggi la Regione Lombardia ha licenziato Equitalia». Con tanto di hashtag compiaciuto: “manteniamo le promesse”.

A dieci mesi da quel solenne annuncio bisogna registrare questa pessima figura relativa all’agenzia scelta per la riscossione delle tasse lombarde.

La società era già al centro di un’inchiesta della procura di Milano per peculato, truffa aggravata e falso in bilancio.

Il maggiore azionista e amministratore unico della società, è infatti indagato. Almeno otto milioni sono spariti dai conti.

Maroni, equitalia, crediti, esattore, Regione Lombardia