Dopo il referendum del 22 ottobre, cercando di recuperare il tempo perso in questi quattro anni e mezzo, la Giunta ha posto con urgenza all’ordine del giorno la discussione per ottenere maggiore autonomia sulle materie indicate dall’art. 117 della Costituzione.

In questi giorni, nelle Commissioni e nel Gruppo di lavoro, ai quali ho partecipato, è stato predisposto un documento che andrà in Aula il 7 novembre. Il Consiglio dovrà approvare una Risoluzione (ossia un atto di indirizzo) che dà il via ufficialmente alla trattativa con il Governo.
Le materie sono state raggruppate in sei aree (istituzionale; finanziaria; ambiente, protezione civile, territorio e infrastrutture; economica e del lavoro; cultura, istruzione e ricerca scientifica; sociale e sanitaria).
Nel lavoro di gruppo di questi giorni sono scomparse alcune richieste che sapevano di demagogia e con scarse possibilità di essere accolte.

Ci sono a mio parere ancora alcuni aspetti da migliorare e su questo ci concentreremo nel dibattito in Aula.

Ecco il testo della proposta di risoluzione che sarà discussa in aula consiliare martedì 7 novembre.

risoluzione-2novembre