Oggi in Consiglio abbiamo approvato una risoluzione per il riconoscimento, la tutela e il sostegno dei caregiver, ossia delle persone che, volontariamente e gratuitamente, si prendono cura, in ambito familiare, di una persona cara in condizioni di autosufficienza.
La risoluzione impegna la Giunta regionale a valutare la possibilità di adottare un regolamentazione per valorizzare il ruolo e la funzione dei caregiver nella presa in carico delle persone con cronicità e fragilità.

Secondo gli studi del Premio Nobel 2009 per la Medicina, Elizabeth Blackburn, lo stress al quale sono sottoposti i caregiver familiari riduce la loro aspettativa di vita dai 9 a 17 anni. Inoltre, nel 66% dei casi sono costretti ad abbandonare il lavoro mentre un 10% deve richiedere il part-time o il telelavoro.

È urgente metterci al passo con gli altri Paesi europei, dove sono previste anche specifiche tutele, tra cui incentivi economici per chi, per molti anni, si è occupato di un familiare non autosufficiente, magari rinunciando al lavoro e ad altri affetti.